Gli aspetti principali in breve:

I media sono essenziali per la nostra democrazia diretta. Rappresentando i fatti e le posizioni rilevanti, a volte scomodi, e informando in modo fondato e critico, costituiscono la base dei processi democratici per la formazione dell’opinione. Grazie alle informazioni che danno da e per le regioni, rendono possibile il dibattito e contribuiscono alla coesione nel nostro Stato federale.

La funzione dei media, importante per la democrazia, è gravemente a rischio: il calo dei proventi pubblicitari pone il settore dei media svizzero di fronte a enormi sfide. Eppure, solo media economicamente redditizi possono fornire informazioni anche in modo indipendente. Per garantire la copertura mediatica di base, a giugno del 2021 il Parlamento ha approvato un pacchetto di misure a favore dei media, che prevede di aumentare i finanziamenti che vengono erogati da decenni di 123 milioni di franchi all’anno.

Con i tre pilastri promozione Print, promozione Digital e misure generali per tutto il sistema mediatico è stato allestito un pacchetto di efficaci provvedimenti per l’intero panorama mediatico svizzero. A ricevere il sostegno saranno:

  • circa 170 giornali e riviste in tutta la Svizzera, dai settimanali locali ai quotidiani regionali e alle testate nazionali;
  • circa 1000 pubblicazioni di associazioni senza scopo di lucro, fondazioni e partiti di ogni orientamento politico;
  • numerose piattaforme informative online;
  • 21 radio locali e 13 TV regionali in tutte le regioni linguistiche della Svizzera;
  • altre organizzazioni importanti per il settore dei media, come agenzie di stampa, istituzioni per la formazione dei giornalisti, organizzazioni professionali come il consiglio della stampa e soluzioni infrastrutturali per l’intero settore.

Il pacchetto a favore dei media è concepito come una soluzione ponte per sette anni. La proposta viene sostenuta da un ampio spettro politico e appoggiata dal Parlamento e dal Consiglio federale.

Il pacchetto a favore dei media promuove il pluralismo mediatico, rafforza l’indipendenza editoriale e garantisce la copertura giornalistica di base diversificata della popolazione in tutte le regioni linguistiche della Svizzera.

Gli elementi del pacchetto a favore dei media illustrati in dettaglio

La maggior parte – circa due terzi – dei finanziamenti va alla Posta Svizzera e ad altri corrieri postali, che riducono le tariffe per la consegna dei giornali e delle riviste in abbonamento per la distribuzione giornaliera e, ora, anche per la consegna anticipata. Alla fine a beneficiarne sono i lettori, visto che in Svizzera ancora oggi vi è un consumo più frequente della carta stampata rispetto ai media online.

 

A venire sostenuti sono circa 170 giornali e riviste in tutta la Svizzera, laddove lo sconto per le pubblicazioni con tirature inferiori è maggiore.

 

Oltre ai quotidiani e settimanali, il sostegno indiretto alla stampa va, inoltre, alle riviste associative di fondazioni, associazioni e partiti senza scopo di lucro. Si tratta di circa 1000 pubblicazioni, provenienti da un ampio spettro sociale e politico.

Grazie al pacchetto a favore dei media, ora anche i media online vengono sostenuti con 30 milioni di franchi all’anno. La base di riferimento per la distribuzione dei finanziamenti è il fatturato derivante dagli abbonamenti con contenuti online, da pass giornalieri o singoli accessi nonché contributi volontari dei lettori. In tal caso, vale quanto segue: minore è il fatturato, maggiore è la percentuale di sostegno. Con i finanziamenti in programma per le start up si tiene inoltre conto non solo delle offerte online già in essere, ma in modo speciale anche di nuovi offerenti.

 

Non esiste un mandato di prestazioni relativo al contenuto collegato al sostegno. Ciò garantisce la separazione tra Stato e media e le redazioni rimangono libere, indipendenti e critiche.

Circa 28 milioni di franchi vengono utilizzati ogni anno per progetti intersettoriali che sono a disposizione di tutto il sistema mediatico.

 

Vengono sostenute concretamente offerte di formazione e aggiornamento professionale per giornalisti, agenzie di stampa e altre organizzazioni del settore, come ad esempio il consiglio della stampa o progetti di infrastrutture IT. Queste istituzioni sono molto importanti per il sistema mediatico.

 

A beneficiare delle misure, indipendentemente dal modello commerciale, sono tutti i media online, quindi anche le offerte gratuite. Il pacchetto a favore dei media rafforza, inoltre, il collaudato finanziamento delle emittenti radiofoniche e televisive regionali. Il contributo erogato aumenterà di un massimo di 28 milioni di franchi all’anno.

 

Queste misure verranno finanziate con il canone radiotelevisivo già esistente.

Iscriversi
ora alla
newsletter

Con la nostra newsletter avrà sempre gli ultimi aggiornamenti! La informeremo su tutte le nostre attività e sullo stato attuale del pacchetto a favore dei media.